12 cose da non dire mai a un musicista

12things_Main

1. Quindi…insomma…stai provando a fare il musicista…

Io SONO un musicista, non è che ci sto provando. “Provarci” è guardare il primo video di YouTube che ti insegna come tenere stretta una chitarra…non quello che ho fatto negli ultimi 15 anni. Quello E’ essere un musicista.

2. Suoni come…

So che stai provando a fare il carino paragonandomi a qualcuno di famoso, ma un musicista desidera essere originale. Non vogliamo suonare come nessun altro. Eì carino che tu provi a propinare la nostra musica a un tuo amico paragonandoci a qualcun altro, ma quando parli con un musicista, il migliore complimento è: “Tu suoni come…TU…e mi piace!”. A meno chè tu non stia parlando ad un produttore pop, allora una frase come “suoni come Katy Perry” è forse il miglior complimento che gli potete fare.

3. Perchè non vai a “X Factor”?

Ti arriva uno schiaffone

4. Quando ti sentiremo per radio?

Quando la radio passerà roba migliore…

5. Dovresti stare ad “Amici”

Perchè fa carriera…vero…Dennis Fantina? (su le mani chi ha mai comprato un suo disco)

6. Quindi…ti piace il karaoke?

No, in realtà mi fa cagare perchè mi tocca sentirti cantare

7. Mi metti in lista? Con un amico?

Quindi non hai 10 euro per comprare il mio cd, ma ne hai 50 per entrare in discoteca o alla festa e pagare da bere?

8. Che lavoro fai?

Ehrr…questo?? Si chiama musica…so che sembra strano, ma ci mangiano in tanti…

9. Qual’è il tuo piano B?

E il tuo?

10. Ci sarà un sacco di gente

E’ un modo per dirmi che non mi paghi? No grazie.

11. Ho un’idea fantastica per una canzone

E io ho un’idea fantastica su come potresti ripararmi il rubinetto….ma teniamo per noi queste cose.

12. Mi suoni Free Bird?

Ha smesso di essere divertente nel 1997…

E tu??? quali sono le frasi che ti fanno più incazzare e che continuamente ti senti dire?????
COMMENTA QUI SOTTO!

Leggi anche:
9 cose da non dire mai ad un fonico
17 cose che gli artisti emergenti non riescono ad imparare
10 cose da non dire mai sul palco

 

Originale di Ari Herstand

Annunci

7 comments

  1. ..quando sanno che sei un professore d’orchestra che suona uno strumento, tra l’altro con ruolo di prima parte solista soprattutto in orchestre sinfoniche di teatri famosi e con direttori blasonati,sei arrivato lì con ore di studio, sacrifici e rinunce che farai tutta la vita (e chiedono:ah, studi sempre? come se il campione sportivo, una volta vinto smettesse di allenarsi o volersi migliorare), spendi soldi per conservatorio, lezioni private,strumento principale ed i suoi congeneri d’obbligo e relative manutenzioni,continue masterclasses di perfezionamento, mezzo di trasporto; nel periodo di studio fare massacranti lavori per mantenerti, ma ami il tuo strumento, specie per il suo suono e vivi per la Musica..

    e poi ti chiedono: MA lo fai di lavoro o…..?

    Come mai ad un’operatore ecologico non chiedono mai se lo fa di lavoro?

    razzisti..

    Liked by 1 persona

  2. ..chiedo venia: mi esprimo male al pc: chiaramente massacrarsi di lavori diversi si riferisce al periodo degli studi iniziali, specie prima del diploma di conseravtorio e durante i primi master..

    ..ancora peggio quando ti chiedono: ma fai SOLO questo lavoro?’

    ehhh, certo.., sai.. suonare è una cavolata, lo strumento suona da sè!! mica c’è da studiare, fare le prove, nooooo, macchè…

    Giusto: uno fa l’operaio 10 ore al giorno, poi imbraccia uno strumento a caso e va a suonare in Scala a Milano, mica c’è da vincere concorsi, noooo: Riccardo Muti era lì ad aspettarti perchè hai un’aria sympatica&sbarazzyna!!

    Ancora peggio: quando ti rispondono: ahh, ma io che ne so se nei teatri suonano i professionisti?

    Ahh, già.. a parte che qando si tratta di sminuirti credono di saperne, eccome.. io per esempio sono completamente disinformato riguardo al calcio, ma CHIUNQuE sa che i calciatori di serie A sono professionisti.. ..e se i miei genitori, contadini con quinta elementare figli di analfabeti, che sono entrati in un teatro la prima volta all’età di 53 anni e non appassionati di lirica sanno PERFETTAMENTE che nei teatri suonano i professionisti, allora tutti possono saperlo!

    E poi quello che: ah, ma come facevo a sapere che eri così affermato? mica ti conosco…
    ..mio padre, contadino mi ha INPARATO (insegnato) ‘quando non conosci chi hai davanti, mettilo sempre sulle stelle, mai nelle stalle’.. poi sarà il tempo a farti scoprire quale è il suo reale livello..

    Vorrei vedere se uno chiede: ma tua madre è prostituta o massaia? voglio vedere se quello non si sente offeso, e se hai il coraggio di dire: oh, ma ho solo fatto una domanda, mica posso saperlo!!

    e poi parlano di rispetto… e tolleranza…

    Liked by 1 persona

    1. E dire che nel resto del mondo è un mestiere normalissimo. Poi sicuramente qui in Italia non è un mestiere comune…ma se tutti facessimo solo mestieri comuni, saremmo tutti pizzaioli. A questo punto, se non siamo noi per primi a voler progredire ed accettare che esistono altri mestieri al di fuori del nostro piccolo orticello..quale sarà il futuro di questo paese??! Tutti pizzaioli.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...